Approfondimento sui migliori marchi di telefoni fissi: info

Il telefono è un apparato presente in ogni casa da tantissimi anni e rappresenta uno dei congegni più familiari per gli utenti di tutte le età. Nonostante questo, pochi ne intendono la struttura, un elemento rilevante per capire a fondo come effettuare la migliore preferenza d’acquisto quando si vuole sostituire il proprio telefono fisso.
Partiamo da una premessa: anche se i modelli senza fili, ovvero i cordless, hanno il grande privilegio di poter essere utilizzati con la massima libertà di movimento, concedendo all’utente di spostarsi in qualunque punto della propria dimora senza alcun limite, i telefoni cablati esibiscono un vantaggio molto importante: non richiedono alimentazione attraverso la rete elettrica. Il cavo telefonico adoperato da questi modelli, infatti, è il cosiddetto doppino in rame, così denominato perché formato da due fili.

Uno di questi manda il segnale, sia voce che per Rete, mentre l’altro somministra l’alimentazione necessaria per far operare l’apparecchio. Questo significa che questo potrebbe essere impiegato anche nel caso in cui venisse meno l’elettricità, un beneficio enorme in caso di emergenza, soprattutto per le persone meno autonome e che non dispongono di cellulari. Indipendentemente dal brand i di riferimento (sul mercato ve ne sono tanti veramente notevoli) ogni telefono fisso è costituito da due elementi: la base e il microtelefono. La base viene appoggiata su un piano oppure appesa al muro; si compone di una tastiera e, in modelli moderni, presenta pulsanti anche atti a funzioni particolari.  Il microtelefono invece indica la cornetta. Questa è costituita da un altoparlante e dal microfono.

Il telefono fisso ha ricevuto una grande evoluzione negli anni, e pur mantenendo la stessa funzione fondamentale, ci sono stati grandi cambiamenti nelle tecniche che la rendono attuabile.

Telefoni analogici

Il telefono analogico è stato il primo, in ordine temporale, ad essere stato brevettato. Come suggerisce il nome stesso, non adopera alcun tipo di tecnica digitale, e proprio per questo la qualità del segnale scaturisce dalle condizioni atmosferiche e dalla proprietà dell’impianto di trasmissione. Bastano rumori anche lievi per disturbare il segnale spedito via cavo. Anche se sono sicuramente superati rispetto a modelli più tecnologici, i telefoni analogici sono ancora esistenti in molte case italiane, proponendo il vantaggio di essere molto economici e facili da usare. Sono spesso l’ideale per utenti poco esperti in termini tecnologici e che non desiderano neppure avvalersi del progresso in materia.

Telefoni digitali

I telefoni fissi digitali autorizzano la conversione del segnale elettrico in codice binario, composto da serie di 0 e 1, tutelando un’ottima qualità e stabilità delle telefonate. Possono anche ottenere il massimo rendimento con una PABX (Private Automatic Branch eXchange), ovvero una centrale telefonica ideata per uso privato, abitualmente molto divulgata in ambito aziendale. Questa consente infatti di fornire ai dipendenti una rete telefonica interna, che viene ovviamente annodata a quella esterna, agevolando in generale il processo di informazione sia tra colleghi che con i clienti.
I modelli di telefono digitale oggi in commercio sono di norma più cari rispetto a quelli analogici, ma donano molte funzionalità in più e sono inevitabilmente utili in ambito lavorativo.

Telefoni IP

I telefoni IP, denominati anche telefoni VoIP, offrono in pratica un servizio di telefonia che adopera la rete Internet per consentire all’utente di svolgere chiamate. La qualità delle telefonate non è sempre ottima, dato che la rete può essere agevolmente affollata e talvolta le telefonate in corso possono anche essere freddamente spezzate. Tuttavia, un telefono IP consente l’utilizzo di centralina virtuale, utile in ambito professionale, oltre a diverse funzioni avanzate spesso non rintracciabili in altri tipi di telefono fisso. I costi di questi prototipi sono ovviamente più esosi, ma va considerato che permettono di risparmiare sulla bolletta telefonica.

Brand migliori nel campo della telefonia fissa

Motorola. Se dovessimo suggerirvi un telefono fisso recente, la nostra attenzione penderebbe senza dubbio su quelli targati Motorola . Stando infatti alle opinioni di parecchi compratori, tali dispositivi si differenziano per il miglior rapporto qualità-prezzo , tra quelli esistenti sul mercato.

Gigaset. I modelli firmati Gigaset  sono ottimi per gli anziani, grazie alle tastiere illuminate ed i tasti grandi, che ne rendono l’ utilizzo davvero facile. Il dispositivo usufruisce della funzione vivavoce e di una serie di trilli potenziati tra cui  scegliere.

Panasonic. Il brand Panasonic con i suoi telefoni vi permette di possedere non uno ma 2 telefoni al contempo. Si tratta infatti della proposta di un combinato avente fisso e cordless in contemporanea per ogni bisogno e per tutti i membri della famiglia.

È costituito quindi da un telefono fisso e da un modello senza fili operante a batteria, in modo tale che potrete svolgere chiamate agevolmente ed in ogni situazione, anche in assenza di corrente elettrica.

Nexoo.Se avete delle persone anziane in famiglia sapete bene quanto è difficile per loro riuscire a visualizzare i numeri di telefono laddove questi fossero di piccole dimensioni. Per questo l’azienda Nexoo ha ideato un telefono fisso dal disegno molto lineare ma dai tasti numerici enormi e dallo schermo più esteso.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di Comunicazione e di strumenti legati alla comunicazione. È moglie e mamma.

Back to top
menu
telefoniafissaeaccessori.it