Cuffie per telefono fisso: con o senza fili? Consigli per la scelta e differenze

Le cuffie e gli auricolari sono strumenti di lavoro necessari: collegati a un telefono, a un pc oppure a un tablet, concedono di comunicare con una massima concentrazione ed adeguatezza, tenendo, al contempo, libere le mani per eventuali movimenti da compiere. L’uso di una paio di cuffie senza fili permette di risparmiare almeno sette minuti ogni ora

Le cuffie telefoniche sono in grado di limitare la durata di una telefonata fino al 50 per cento, data la concentrazione acquisita e quindi l’inutilità di divagare o la necessità di dover ripetere diverse affermazioni.

Le cuffie per migliorare la postura

L’uso delle cuffie così come quello degli auricolari inoltre limita il carico sulla schiena.

Per non avere le mani impegnate, molti tecnici usano il telefono collocando il ricevitore tra l’orecchio e la spalla. Questa postura, se ripetuta a lungo, causa tensione, durezza, torcicollo, e tante altre patologie. Con l’utilizzo delle cuffie invece è possibile  tenere le mani libere così da poter prendere un appunto, poter scrivere al computer, o svolgere altri compiti laddove la telefonata non fosse impegnativa.

Con le cuffie, la schiena resterà dritta, ma si potrà anche tenere totalmente libere le spalle. Potrai addirittura avviare e chiudere le telefonate a distanza, regolamentare il volume e silenziare il microfono tramite le stesse cuffie, mantenendo la massima concentrazione.

La protezione acustica preserverà il tuo udito dai picchi di suono, mentre il microfono con annullamento del rumore cancellerà i disturbi ambientali, per il tuo interlocutore.

Le cuffie per lavori con postazione fissa

Le cuffie con cavo sono utili per venditori con sede fissa; receptionist, delegati a mansioni amministrative e via discorrendo. La tecnologia cablata offre una autonomia senza limiti. Le cuffie cordless concedono di muoversi per l’edificio mentre si svolgono telefonate. A seconda del prototipo, la loro capacità può arrivare a 180 metri con la opportunità di iniziare e chiudere le chiamate a distanza. La maggior parte delle cuffie destinate alla rete fissa si connettono tramite la connessione del telefono fisso. Inoltre, puoi allacciare delle cuffie senza fili attraverso Bluetooth nel caso in cui il congegno adoperato supporti questa tecnica.

Produttori di cuffie

Plantronics, fondata nel 1961 in America è oggi l’azienda leader mondiale nel compartimento delle cuffie per telefonia. Il marchio si è da poco unito al produttore Polycom, con il nome di Poly.

L’azienda danese Jabra, in precedenza conosciuta come GN Netcom, è navigata nel campo delle tecnologie audio da oltre un secolo.  Fu la prima a collocare i cavi telegrafici in Europa e Asia, e a produrre microfoni con trasformazione del rumore.

Sennheiser, marchio tedesco avviato nel 1945, è apprezzata in tutto il mondo per l’audio sommo delle sue cuffie telefoniche. Nel 2020 si è unita all’azienda EPOS, migliorando le sue prestazioni.

Le cuffie danneggiano l’udito?

La questione salute è più importante della comodità che un oggetto tecnologico può fornire. Non puoi non valutare il motivo di comprendere se il servizio che hai intenzione di adoperare può davvero danneggiare la tua salute o a quella dei tuoi cari.

Ci sono così diversi ragionamenti da affrontare per comprendere la effettiva gravità di un prodotto, che poi si rinunci ad indagare. Tieni però sempre a mente di verificare le peculiarità basilari, se è di forma tale da arrecare danneggiamenti o se sbadatamente inghiottito potrebbe strozzare i bimbi. Risultano essere motivi che dovrebbero già essere stati esaminati dalle istituzioni competenti, però per alcuni di questi, tipo quelli di export, vale la pena compiere un consecutivo esame da parte nostra, per eccesso di zelo.Stando comunque al parere dei medici, il nostro udito è “ideato” per sopportare fino ad otto ore di esposizione “uditiva” fino a 85 decibel. Ma all’aumentare della quota del volume, la sopportazione dellì udito si riduce.

Le nostre orecchie non sono in grado di governare 100 decibel per molto tempo.La “sovraesposizione sonora” dovuta all’utilizzo di cuffie e auricolari può originare problemi, se subita per tempi lunghi.

Verificare il livello decibel dei congegni

Misurare in maniera attenta il livello di decibel in uscita delle cuffie è un’iniziativa difficile. La maggior parte dei misuratori decibel, sono conseguiti per esaminare il volume del suono presente in un specificato ambiente. Adoperando questi misuratori con un paio di cuffie non è concepibile ottenere una lettura equa. Se pensi allora che il volume delle tue cuffie sia esagerato l’unica cosa da fare è calarlo , regolando il volume di ascolto in modo opportuno ad un ascolto prolungato.

Cuffie o auricolari?

In generale, le cuffie restano comunque preferibili agli auricolari, che in linea di massima sono utilizzati per le conversazioni brevi piuttosto che per quelle lunghe o per l’ascolto della musica. Infatti, le cuffie coprono le orecchie e dunque il suono, se non eccessivo, è meno invasivo rispetto a quello di un dispositivo inserito nella membrana del timpano.

Pulizia delle cuffie

Come tutti i congegni elettronici, le cuffie non devono essere a contatto con l’acqua per non rischiare un danneggiamento del dispositivo e quindi una minore efficienza.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di Comunicazione e di strumenti legati alla comunicazione. È moglie e mamma.

Back to top
menu
telefoniafissaeaccessori.it